Floriterapia

PSICO • FISICO• EMOZIONALE

Il consulto floriterapico consiste in un colloquio approfondito e nell’assegnazione di singoli fiori o gruppi floreali adatti alla problematica emersa. E’ previsto successivamente un incontro di “controllo” dopo tre o quattro settimane per verificare il lavoro condotto dai fiori ed impostare una nuova assegnazione floreale. Normalmente il percorso completo in floriterapia prevede 6 sedute a cadenza mensile. Da qui in poi, in relazione allo stato d’animo e alla volontà della persona, è possibile interrompere se si sente di aver raggiunto l’obiettivo ovvero intraprendere un percorso più duraturo ed approfondito mirato alla ricerca di un equilibrio interiore profondo e consolidato.

Utilizzo Fiori di Bach

Le essenze floreali, “scoperte” quasi un secolo fa dal Dott. Edward Bach, costituiscono un efficace strumento di riequilibrio della sfera psico-emozionale. Grazie ai fiori di Bach e a tutta la floriterapia che si è sviluppata successivamente in tutto il mondo (fiori italiani, fiori australiani, fiori himalayani, fiori alaskani etc) è possibile armonizzare emozioni negative e equilibrare situazioni conflittuali con se stessi e con gli altri, placando ansie, angosce, paure, preoccupazioni, inquietudini, insicurezze, pessimismo, pensieri ossessivi. Sono rimedi dolci, utilizzabili da tutti e ad ogni età (particolarmente efficaci sui bambini), senza controindicazioni né effetti collaterali. Il consulto in floriterapia di Bach è particolarmente indicato quando la persona vive il disagio di stati d’animo disarmonizzati che possono tradursi in problemi di relazione con se stessi e con gli altri, ansie, angosce, paure, preoccupazioni, inquietudini, insicurezze, pessimismo, pensieri ossessivi.

Utilizzo Fiori Himalayani

I fiori Himalayani riequilibrano stati di Iper-energia e di Ipo-energia, I Fiori Himalayani Enhancers (45 + 24 Astrologici + 7 Nuove Essenze Gulaga) influiscono direttamente nei vari livelli d’energia controllati dai Chakra, rimovendo i sentimenti negativi e stimolando quelli positivi. Il loro scopritore è M. Tanmaya, viaggiatore australiano. sono stati individuati da Tanmaya nel 1990, durante una sua permanenza durata alcuni mesi in una valle Himalayana. I Fiori iniziarono a parlarli, definendosi enhancers in quanto la loro funzione non era quella di corregere qualcosa di sbgliato negli esseri umani, bensì di migliorare alcuni lati del carattere, alcuni aspetti della loro vita. Possono essere assunti puri da soli o diluiti insieme ai Fiori di Bach o ad altri Fiori. Nella nostra esperienza sono i Fiori con l’effetto più rapido e potente fra tutti i Fiori che abbiamo studiato, questa potenza a volte è molto utile, altre volte può rappresentare un rischio di eccessiva azione, non hanno nessuna interferenza con farmaci, altri fiori e/o rimedi naturali, e/o terapie.

I fiori Himalayani sono di più recente scoperta rispetto ai Fiori di Bach, e a differenza di quelli di Bach, non vengono diluiti, ma utilizzati puri. Le boccette sono di 15 ml e se ne somministrano 2 gocce ogni 4 ore. I fiori Himalayani lavorano sulla vibrazione del corpo-mente, a differenza di quelli dei fiori di Bach che lavorano sul piano emozionale. Varie modalità di somministrazione:

  • Orale.
  • Sul palmo delle mani.
  • Nell’acqua della vasca da bagno.
  • Sui cristalli legati ad ogni chakra (4 gocce sulla pietra).

Utilizzo Fiori Australiani

I rimedi floreali hanno una tradizione antica: gli Aborigeni australiani hanno sempre utilizzato i Fiori per trattare i disagi o gli squilibri emozionali, cosí come avveniva nell’antico Egitto, in India, Asia e Sud America. L’uso delle Essenze Floreali ha conosciuto una lunga tradizione fino a divenire molto popolare nell’Europa dell’epoca medioevale. Sia Hildegard Von Bingen (XII sec. d.C.) che Paracelso (XV sec.) lasciarono testimonianza scritta dell’abitudine comune di raccogliere la rugiada dei fiori per affrontare alcuni malesseri della sfera emozionale. Questa metodologia fu nuovamente adoperata oltre mezzo secolo fa dal Dr. Edward Bach. Tuttavia, la società moderna presenta esigenze e problematiche che si sono differenziate da quelle trattate dal Dr. Bach e che richiedono nuovi rimedi per fronteggiare rinnovate tematiche nell’ambito delle relazioni e dei comportamenti quali, ad esempio, sessualità, abilità nella comunicazione e crescita spirituale.

La risposta a queste necessità ci viene data dai Fiori Australiani, le cui Essenze sono state scoperte e sviluppate dal Dr. Ian White, psicologo e biologo, ultimo di cinque generazioni di Terapeuti che hanno sempre utilizzato rimedi naturali. Ian è cresciuto nel “Bush” (espressione australiana utilizzata per definire la parte più selvaggia del territorio). La nonna di Ian, esperta nell’utilizzo delle piante australiane, era solita portare con sé il nipote a passeggiare nel “Bush”, come faceva con la madre di Ian. Attraverso la sua profonda esperienza e conoscenza, ha potuto indicargli le numerose proprietà benefiche di piante e fiori. Grazie a Lei, Ian ha sviluppato un profondo rispetto per la Natura, che gli è servito per diventare pioniere e operatore impegnato nella ricerca delle qualità più rare e riequilibranti delle piante del continente australiano. L’Australia possiede le più antiche specie ed il più alto numero di fiori di eccezionale bellezza e forza. In aggiunta, si tratta di un continente incontaminato, carico di antica energia.

 Attualmente, l’Australia sta sperimentando un momento di nuova e pervasiva vitalità energetica che, combinata con le innate potenzialità rigenerative della Terra, fa delle Essenze Australiane dei rimedi unici. La quasi totalità dei Terapeuti ha identificato nelle Essenze Floreali Australiane una nuova possibilità di aiuto per riportare equilibrio psicofisico nelle persone e risultano essere un valido completamento della gamma di terapie e rimedi.Le Essenze Australian Bush Flowers non solo aiutano a far chiarezza nella vita di ognuno di noi, ma donano anche la forza, il coraggio e la volontà di seguire e realizzare i propri obiettivi e sogni. Favoriscono lo sviluppo intuitivo, l’autostima, la spiritualità e la creatività. L’effetto delle Essenze Australian Bush Flowers è simile a quello che si ottiene con la meditazione, in quanto permette l’accesso ai contenuti del proprio Io Evoluto, permettendo il riconoscimento, l’accettazione e la conseguente liberazione dalle convinzioni negative spesso presenti nell’Inconscio. Tutto ciò permette alle virtù positive dell’Io Evoluto, come l’amore, la gioia, la fiducia, il coraggio, ecc., di inondare l’essere fino alla dissoluzione di ogni convinzione o schema negativo di pensiero.

Darò tutto me stesso per poter aiutarvi a ritrovare il proprio benessere e il sorriso.