Riflessologia Auricolare

Tecniche riflessa

L’auricoloterapia è un metodo che consiste nella stimolazione di determinati punti dell’orecchio (massaggio, applicazione di microsfere ecc.). L’obiettivo è attenuare o eliminare i dolori (effetto antalgico) e correggere disturbi funzionali o organici. L’auricoloterapia è una metodica appartenente alle Medicine non Convenzionali, che utilizza il Padiglione Auricolare a scopo diagnostico e terapeutico. Ha una storia piuttosto recente; nata negli anni 50 per una geniale intuizione del medico francese P. Nogier, ha raggiunto una larga diffusione a livello mondiale. È ormai diventata una disciplina a se stante, che condivide con l’Agopuntura Somatica gran parte dei meccanismi d’azione e indicazioni terapeutiche. Ne è principio fondante l’esistenza a livello del padiglione auricolare di una rappresentazione delle strutture e funzioni dell’intero organismo (mappa auricolare), costituendo il tutto un raffinato sistema diagnostico e terapeutico.

Negli ultimi anni l’interesse di clinici e ricercatori per questa disciplina è andato crescendo; sono stati prodotti numerosi lavori scientifici che hanno permesso di studiarne le basi neurobiologiche e di validare nuove applicazioni cliniche. Dolore apparato osteoarticolare, cervicalgia, dolori alla schiena, disturbi d’ansia e patologie correlate, insonnia, tabagismo e dipendenze da sostanze, obesità e disturbi del comportamento alimentare sembrano rappresentare i principali campi d’intervento per i quali esistono importanti evidenze cliniche e s’intravedono numerose e interessanti linee di ricerca. Generalmente si consiglia un ciclo di interventi di almeno 7-10 sedute al fine di lavorare in maniera profonda e completa rispetto alla risoluzione di una problematica; ciascuno seduta si effettua con cadenza settimanale. Prima seduta di Auricoloterapia che consiste in: Anamnesi del paziente, ricerca dei punti con apposita strumentazione, trattamento dei punti con elettrostimolazione, applicazione di cerottini con magneti per prolungare l’effetto. E’ consigliato effettuare sedute saltuariamente, quando lo si desidera, anche solo per ottenere un beneficio immediato in termini di rilassamento e rilascio delle tensioni.

Se si ha l’intenzione di lavorare su una specifica problematica o su più disturbi insieme, prima di iniziare il ciclo delle reflessologie è consigliabile fissare un consulto completo di naturopatia con lo scopo di delineare un quadro più amplio della persona e delle sue caratteristiche in modo da indirizzare meglio e rendere più efficace l’azione terapeutica dell’intervento reflessologico.

Darò tutto me stesso per poter aiutarvi a ritrovare il proprio benessere e il sorriso.