Riflessologia Plantare

una tecnica antica

La riflessologia è una tecnica sviluppatasi nei secoli e che trae le sue origine dalle antiche pratiche terapeutiche cinesi di digitopressione, risalenti a 5000 anni fa. Il suo scopo è quello favorire il benessere, lavorando sulle manifestazioni esterne delle problematiche già instaurate internamente.

Riequilibrare il corpo con la

riflessologia del piede

La riflessologia della mano e del piede consiste in una microstimolazione puntiforme basata sulla suddivisione in zone dell’organismo: qualsiasi struttura presente in una zona ha la stessa natura energetica ed è in comunicazione con le altre, dunque praticando una stimolazione mirata della pianta dei piedi o della mano si ha un’azione diretta sull’organo riflesso.

I tre principi cardine della riflessologia sono:

  • L’esterno manifesta l’interno: le funzioni fisiologiche ed emozionali si rivelano tramite segni visibili, ne consegue che agendo dall’esterno si può modificare uno stato interno.
  • Il particolare manifesta il generale: poiché il corpo umano è un insieme di parti indivisibili agendo su un particolare si hanno effetti sul generale.
  • Il particolare esterno manifesta il particolare interno mostrando il legame tra una parte esterna del corpo e un organo interno.

Il naturopata riflessologo plantare, grazie ai suoi studi, ha la capacità riconoscere lo stato di disequilibrio o di armonia del corpo e può intervenire prevenendo la manifestazione di malattie, operando sulle cause e favorendo lo stato di benessere dell’individuo.